Napulecantanno. A teatro stasera tornano i “Lazzari felici”

MUSICA NAPOLETANA Tributo alla musica napoletana, questa5 gennaio (ore 21,15) al teatro comunale. Il gruppo musicale “I lazzari felici” salirà sul palco nello spettacolo dal titolo “Napulecantanno”.

Il concerto, ad ingresso libero, è promosso dal Distretto 2090 del Rotary International (Marche, Umbria, Abruzzo e Molise): è finalizzato all’acquisto di un camper sanitario destinato alla medicina preventiva ed al sostegno dei progetti di volontariato e di supporto del Rotary ai territori alluvionati delle Marche. E’ inoltre inserito tra gli eventi del cartellone natalizio del Comune.

Il gruppo è composto da Giulia Zuccarini (voce solista), Paolo Signore (voce solista e chitarra), Arturo Sparnanzoni (chitarra solista), Umberto Nicolai (chitarra ritmica), Sergio Ciucani (pedal steel guitar, mandolino, chitarra e voce), Mario Imperatori (chitarra basso), David Cintio (flauto, armonica, melodica), Piero Marziali (sassofono, clarinetto), Cristian Fidani (batteria) e Alessandro Mostrato (percussioni).

La band nasce dall’incontro di musicisti professionisti e dilettanti di diversa estrazione con la comune passione per il genere musicale etnico: da qui l’esecuzione di brani di musica napoletana ispirati alla migliore tradizione, con un arrangiamento rivisitato e adattato alle potenzialità strumentali disponibili, in una atmosfera acustica tipicamente mediterranea, dove non mancano toni melodici e percussivi, con dinamiche di “piani e forti”, in linea con la migliore tradizione antica e moderna della musica napoletana stessa.

Le canzoni sono per la maggior parte precedute nella loro esecuzione da una seppur breve ma esaustiva presentazione e, da un punto di vista temporale, abbracciano un arco di tempo molto ampio che, dalle villanelle del ‘500, arriva ai brani musicali dei nostri giorni, passando per le “classiche”, conosciutissime canzoni della fine ‘800 e prima metà dello scorso secolo.

 

In copertina: un’immagine di repertorio de I Lazzari Felici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: La funzione è disabilitata